I nostri missionari

 

 

 In questa pagina troverete notizie sulle missioni che attualmente sosteniamo, spiritualmente e materialmente.

 

Potete unirvi a questa opera di Evangelizzazione e Carità semplicemente pregando per i nostri missionari oppure contribuire anche economicamente, secondo le proprie possibilità.

Noi, per scelta, non riceviamo direttamente denaro. Eventuali offerte possono essere fatte seguendo le indicazioni che troverete sotto descritte delle varie missioni.

 

barra

MISSIONI INDIANE

 

Padre Giovanni Leoncini - India - Un missionario che il Gruppo segue e aiuta da molti anni è: P. Giovanni Leoncini (vedi foto n° 1),

Ecco alcune sue note biografiche.

Nato a Genova-Teglia, sacerdote nel 1949, si laurea nel 1954, parte missionario PIME per l’India (Nuzvid) nel 1959 dove è subito nominato Pro-Rettore del Seminario.

  Con le molte offerte che le giungono dall’Italia costruisce cappelle, acquista risaie, fonda giornali, tipografie, scuole e, nel 1970, la sua prima Chiesa a Nuzvid dedicandola alla Madonna della Guardia (vedi foto n° 26). Il Gruppo Missionario conosce P. Leoncini soltanto attraverso le foto, le sue carissime lettere conservate come un tesoro prezioso e il giornalino «Stella» fondato da lui che porta notizie e fatti così belli da farci sentire partecipi della sua missione. Il 1994 è per noi una gioia grande: P. Giovanni Leoncini è a Genova, lo possiamo conoscere. Quel pomeriggio al PIME passato insieme nella preghiera, resterà per noi un ricordo indelebile. Nulla è stato preparato, non c’è neppure una sala che possa ospitarci per poter mangiare le torte portate per festeggiarlo. Ma che importa! C’è il giardino e tutto il Gruppo, riunito sotto gli alberi con il canto degli uccellini, loda e benedice il Signore per il grande dono di questo incontro. Il tempo passa veloce e dobbiamo salutarci. Ci lasciamo con un canto gioioso e con gli occhi pieni di lacrime. Abbiamo conosciuto un Sacerdote Santo. Il nostro caro missionario torna in India, per lui sua nuova patria e nel 1995 inizia le sue ultime opere: la Chiesa di Maginapudi, il Seminario dell’Angelo e la Casa per Anziani Abbandonati con annesso il cimitero dove anche lui vorrà essere sepolto.

Nel 1999 festeggia il cinquantesimo di sacerdozio e inaugura l’ultima sua opera: la Casa per Anziani; partecipano al suo Giubileo i 120 Sacerdoti che sono stati da lui seguiti nel suo Seminario e quattro di loro consacrati Vescovi. Sull’immagine del suo Giubileo è scritto: «Padre Giovanni Leoncini, Padre dei preti» (vedi foto n° 6) .

 

Riportiamo una parte della lettera scritta al Gruppo Missionario in questa occasione:

   «Cara Mirella, e voi tutte Care Sorelle,

vorrei dirvi di rallegrarvi con me per questi miei 50 anni di sacerdozio e per quel poco che ho potuto fare. Ma quanto di più avrei dovuto fare! E grazie di avermi sempre aiutato con la preghiera e la carità. Questo cinquantesimo è tanto mio quanto vostro; questa Casa per i Poveri è più vostra che mia. Grazie e grazie. Sono vecchio, stanco e quasi cieco: tenetemi su con le vostre preghiere; incoraggiatemi con il vostro affetto, guidatemi con la vostra Fede.

Che il Signore vi benedica e vi guidi!

 Grazie! Vostro affezionatissimo P. Leoncini».

 

  E arriva, il 28 gennaio 2002, la triste notizia: il nostro carissimo missionario ha lasciato questa vita il 26 dopo essere stato ricoverato in ospedale. Per noi tutti continuerà a vivere nel ricordo e nella preghiera. Le sue eccezionali doti cristiane, umane di Sacerdote e uomo di cultura, la sua grande umiltà resteranno per sempre impresse nei nostri cuori e le opere da lui fondate continueranno a vivere anche con le nostre offerte.

Caro Padre, la tua luce non si spegnerà mai e il fiume della tua carità scorrerà per sempre…

Chi volesse aiutare la missione per portare avanti le Opere iniziate da P. Leoncini può concretizzarlo con eventuali offerte sul conto corrente postale n° 359693085 intestato a: “KONDRU SIMHARAYALU S. MICHELE ARCANGELO - CAMPODIMELE”. Specificando la causale: “MISSIONE PADRE LEONCINI - NUZVID - INDIA”.

 

PIME: un sito per condividere la gioia della Missione.

 

barra

MISSIONI FILIPPINE

 

Padre Luigi Kerschbamer (vedi foto n° 1) - Filippine - «Se vuoi amare Cristo… Estendi la tua carità su tutto il mondo!» (S.Agostino).

 

«Carissimo Fratello/Sorella, la pace di Gesù sia con te! Lascia un segno della tua fede, spirituale o materiale: Aiuta i fratelli “lontani” (nell’Asia) a conoscere ed a fare l’esperienza del Suo amore di Padre e della vita nuova. Un grande centro di evangelizzazione è già stato iniziato per preparare i futuri missionari della Cina. Seguiranno una casa di ritiro, il tempio dedicato allo Spirito Santo, come centro di incontri e di celebrazioni, e la grande Croce della nuova evangelizzazione, sulla collina che sovrasta il porto e la città di Cebu, nelle Filippine. Aiuta i missionari ad aiutare gli altri, specialmente bambini e bisognosi.

Puoi aiutare:

con la preghiera,

col digiuno,

con la diffusione di questa iniziativa.

Economicamente:

10 € per un mattone

15 € al mese per la mutua d’un missionario

50 € per un sacco di cemento

100 € per una porta

250 € per un tavolo

500 € per una stanza

500 € all’anno per l’adozione di una famiglia

600 € all’anno per l’adozione a distanza di seminaristi (per 5-6 anni)

5.000 € per aula scolastica

10.000 € per la cappella

50.000 € per un piano

 

Nel caso di un lascito testamentario, intestarlo a Opere Missionarie degli Agostiniani Scalzi, Piazza Ottavilla 1, 00152 Roma.

I nomi, dei collaboratori, oltre ad essere scritti in cielo, verranno incisi nella grande croce a memoria perpetua.

Diventa un missionario a distanza, aiuta ad evangelizzare la Cina ed il mondo!

Uniti nella preghiera, il Signore rinnovi la tua vita col Suo santo Spirito e ti guidi al Padre

P. Luigi Kerschbamer

unitamente agli oltre cento fratelli della comunità».

 

Per aiutare la Missione:

Conto Bancario o Bollettino Postale:

Bancoposta: IBAN IT 78 n. 07601 01400 00008 7939 930 con detrazione fiscale intestato a “Associazione missionari con P. Luigi” – ONLUS”.

CARIGE: IBAN IT 72 n. 06175 32020 000000 752280 intestato a Kerschbamer P. Luigi

In Dollari: METROBANK - Cebu - Lahug Br - PHILIPPINES Account n. 2-169-00029-2 intestato a Fr. Luigi Kerschbamer

Per scrivere: Fr. Luigi Kerschbamer, Mission of the OAD. Tabor Hill, Talamban – 6000 CEBU CITY – PHILIPPINES

Per inviare una mail: luigik3@gmail.com

Per visionare il sito "Associazione Missionari con Padre Luigi Onlus" clicca qui.

Per visionare un servizio d'amore nelle Filippine clicca qui

 

barra

MISSIONI AFRICANE

 

Per quanto riguarda le missioni Africane collaboriamo con il Centro Missioni Consolata di Torino (non abbiamo fotografie, ma potete visitare il sito sotto descritto). Chi volesse aiutare la missione può concretizzarlo con eventuali offerte sul conto corrente postale n° 33405135 intestato a: “Missioni Consolata O.N.L.U.S. C.so Ferrucci 14 - 10138 Torino”. Specificando: “Per il mantenimento dei bambini ciechi”, oppure sul conto corrente bancario (C/C) n° 51.600/49 intestato sempre a “MISSIONI CONSOLATA O.N.L.U.S. C.so Ferrucci 14 - 10138 Torino” BANCA INTESA BCI - A.B.I. 03069 - C.A.B. 011222.

Per saperne di più su “Missioni Consolata O.N.L.U.S.”:

Visita il sito: "Missioni Consolata" fondata nel 1899.

 

Abbonati alla rivista

"Missioni Consolata", la rivista missionaria più diffusa in Italia, con circa 56 mila copie mensili (dati 2007). Nata nel lontano 1899, inizialmente essa fu un bollettino dell’omonimo santuario mariano di Torino; dopo alcuni anni si trasformò in strumento d’informazione sull’attività svolta dall’Istituto dei Missionari della Consolata (www.ismico.org), fondato nel 1901 dal beato Giuseppe Allamano. Nel 1932 la testata assunse il nome attuale di MISSIONI CONSOLATA, a volte abbreviato in "MC".

 

I contenuti

La Rivista esce ogni mese con 72 pagine a colori e un dossier centrale staccabile, dedicato ad una tematica di attualità. Articoli e reportages sono di prima mano, scritti da inviati della redazione o da collaboratori in loco. Le interviste a personaggi significativi sono un altro appuntamento ricorrente. E ancora rubriche di medicina ("Come sta Fatou?", iniziata dal compianto dottor Carlo Urbani, medico ed amico a cui abbiamo dedicato un Premio giornalistico), di dibattito ("Battitore libero"), di ambiente ("Nostra madre terra"), senza dimenticare le pagine dedicate al colloquio con i lettori, dove il dibattito è spesso serrato, pungente, mai banale o scontato.

Ogni due mesi la Rivista presenta un allegato chiamato "TuttoMondo", filo diretto con i missionari della Consolata sparsi per il mondo.

 

Le monografie e la Scuola per l'alternativa

Una volta all’anno esce con un numero speciale monografico di circa 100 pagine su un tema di grande e vasto interesse. Le monografie sono da sempre un motivo di orgoglio, tanto che alcune sono successivamente diventate dei veri e propri libri, editi dalla Emi (www.emi.it).

La Rivista è anche strumento di supporto della "Scuola per l’alternativa" (www.scuolaalternativa.it), fondata dai missionari della Consolata con il Cisv e il Vis e con la successiva aggregazione di Mani Tese.

 

Dopo 108 anni...

Da 108 anni, rinnovandosi continuamente nella forma e nei contenuti (e nella redazione!), MISSIONI CONSOLATA spazia sugli orizzonti dell’attività missionaria della chiesa e sui molti problemi legati allo sviluppo e alla cultura dei popoli nel Sud del mondo: dall’economia alla politica, dall’attualità all’ecologia, dall’arte alle curiosità... in Africa, nelle Americhe, in Asia, senza dimenticare l’Europa e l'Italia.

Agile e accattivante nello stile. Ricca e accurata nella documentazione fotografica. Di lettura scorrevole, ma mai banale o noiosa, MISSIONI CONSOLATA è una rivista da non perdere (su carta, ma anche su internet).

Per informazioni: segreteria@missioniconsolataonlus.it

IO STO COL PAPA
Io sto col Papa



 

Votami
Seguici su FaceBook